SPA NWO ISLAM SRADICATO

Talebani afghani impiccano membri Isis ] IN EFFETTI tutto il NWO FINGE DI COMBATTERE ISIS sharia, ecco perché LEGA ARABA e USA UE odiano la Russia
==============================
piuttosto esistono donne che ti fanno suicidare! ma, due sorelle di successo che muoiono insieme ? è impossibile! [ non ci sono più misteri per donne in carriera nella LEGA ARABA dei SALAFITI! [ questi omicidi mi ricodano l'omicidio, di: Lo strano suicidio di Cecilia Gatto Trocchi ] [ TUTTI I DELITTI DEL NUOVO ORDINE MONDIALE SHARIA E ALLAH SONO DEMONI 666 SATANA ]E' giallo in Giordania per la misteriosa morte di due sorelle giordane, imprenditrici e note per il loro impegno a sostegno di progetti di sviluppo nel regno hascemita e in Medio Oriente. Secondo quanto riferito dal sito Internet della tv panaraba al Arabiya, Thuraya e Jumana Salti sono morte sul colpo nelle ultime ore dopo esser precipitate da un alto edificio nel quartiere di Juwayda ad Amman.
===========================
non ci sono più misteri per donne in carriera nella LEGA ARABA dei SALAFITI! [ king my SALMAN sharia la bestia ] tu non avresti mai dovuto pensare di potermi minacciare! perché, IO SONO IL REGNO DI DIO JHWH vivente di ISRAELE! i satanisti cannibali lo sanno questo: perché, loro credono in Dio, mentre, tu no! tu sei un ateo! ORA, IO SONO COSTRETTO A GLORIFICARE DIO DISTRUGGENDOTI!
=======================
Ocse promuove Jobs act: stime pil in rialzo, disoccupazione giù Ocse, Jobs act Italia ok [ tutte le menzogne del sistema bancario massonico: oggi abbiamo una disoccupazione: "reale" del 50%, perché, questa possa scendere al 11,7% con lavori precari e disastrati come in call Center: al 11,7%, tutti paglitivi per non morire di fme ma che non ti possono permettere di mettere su famiglia! ]: deficit continua a scendere, disoccupazione giù all'11,7% in 2016. Boschi: 'Sostegno importante, spinge ad andare avanti'. Padoan: 'Non è un fuoco di paglia'
=================
Benjamin Netanyahu ] ha deciso di fare il martire cristiano!
il NWO ha scardinato le categorie mentali umanistiche: distorto il significato dei termini. ... quindi, se io cerco di spiegarvi la realtà, io sembrerò un pazzo! PERCHé IL DOLORE CHE VOI DOVETE SOPPORTARE, PER OTTENERE UN VOSTRO RIALLINEAMENTE MENTALE ALLA REALTà, è UN DOLORE CHE NON POTRESTE SOPPORTARE: ECCO PERCHé, IL NWO è UNA SOPRANNATURALE FORZA DEMONIACA!
========================
non ci sono tasse che devono essere pagate da un popolo liberato! MA UN PPOLO SCHIAVO CHE PAGA IL SUO DENARO AD INTERESSE AI SPA ROTHSCHILD FMI FED BCE: QUESTO POPOLO DEVE PAGARE TASSE E DEVE MORIRE NELLA GUERRA MONDIALE [ Catasto: non solo calcoli sui vani, arrivano i metri quadrati ]
======================
è DRAMMATICO PENSARE CHE è INDISPENSAABILE E NECESSARIO DISTRUGGERE IL SOGNO EUROPEO: perché è STATO CORROTTO ALL'ANTICRISTO GENDER DARWIN MERKEL TROIKA massone usuraio Rothschild Bildenberg dio Baal il gufo ] Catalogna approva l'avvio del processo per l'indipendenza. Dal Parlamento di Barcellona sì a mozione per inizio iter. Rajoy annuncia ricorso alla Consulta
====================
Arabia Saudita, Renzi NON pone tema diritti: MA, AUSPICA CASI UMANITARI! ] Auspicio atto clemenza per Raif Badawi e Ali al Nimr [ NON C'è NESSUNO CHE, PUò ANCORA CONDANNARE LA SHARIA DELLA LEGA ARABA, IL PEGGIORE NAZISMO DELLA STORIA DEL GENERE UMANO, PERCHé I NOSTRI POLITICI SONO I SATANISTI MASSONI FARISEI ILLUMINATI BILDENBERG GENDER SPA FED BCE FMI NWO DARWIN LE SCIMMIE ALL'INFERNO SODOMA!
========================
SE ESISTE IL nwo TUTTO è UN SUO SOTTOPRODOTTO: OVVIAMENTE  ANCHE islam SHARIA IL NAZISMO ED IL SUO MEDIO-EVO DI ORRORE, SONO STATI PIANIFICATI DAI FARISEI!
King my SALMAN ] non riceverai nessun altro tipo di avviso: QUESTO AVVISO è L'ULTIMO! ] io ho bloccato, intenzionalmente, ogni tipo di lavoro in youtube da due giorni e questo non ha un precedente in 8 anni! [ King my SALMAN ] certo, IO non commetterò la ingenuità di avvisarti ulteriormente! QUESTO è IL MIO ULTIMO AVVISO! [ Holy my JHWH santo KADOSH, KADOSH, KADOSH, ADONAI TSEBAIOT ] OK, King my SALMAN ] se mi chiama Benjamin Netanyahu? IO SARò COSTRETTO A FARTI MORIRE CARBONIZZATO! tu mi devi chiamare: subito!
King my SALMAN ] se mi chiama Benjamin Netanyahu? IO SARò COSTRETTO A FARTI MORIRE CArbONIZZATO! tu mi devi chiamare: subito!
Holy my JHWH santo KADOSH, KADOSH, KADOSH, ADONAI TSEBAIOT
non ci sono più misteri per donne in carriera nella LEGA ARABA dei SALAFITI! [ king my SALMAN sharia la bestia ] tu non avresti mai dovuto pensare di potermi minacciare! perché, IO SONO IL REGNO DI DIO JHWH vivente di ISRAELE! i satanisti cannibali lo sanno questo: perché, loro credono in Dio, mentre, tu no! tu sei un ateo! ORA, IO SONO COSTRETTO A GLORIFICARE DIO DISTRUGGENDOTI!
https://www.youtube.com/channel/UCiSZ0gVPI89tE666IFO59hg
Questa storia che spiare sia un reato? DEVE FINIRE! ] SPIARE è UNA ATTIVITà ASSOLUTAMENTE LEGALE PER UNO STATO, TUTTI DEVONO SPIARE TUTTI: LEGALMENTE, ANZI QUANDO GOVERNERò IO? SARà DEL TUTTO INUTILE SPIARE! [ ROMA, 7 NOV - Ci sono anche l'Italia e il Vaticano, fra gli Stati amici della Germania che sono stati spiati dal Bnd, i servizi segreti tedeschi. L'informazione, che aggiunge dettagli rilevanti a quanto emerso il mese scorso, è stata rilanciata dal sito inglese del settimanale tedesco Der Spiegel. Ctando proprie fonti, la rivista scrive che quelle di Italia e Vaticano sono fra le "rappresentanze diplomatiche" di cui sono stati monitorati "indirizzi e-mail, numeri di telefono e fax" in Germania.
=================
[ King my SALMAN & Benjamin Netanyahu ] LE MIE conclusioni SONO DI TIPO razionale: INTUITIVO E DEDUTTIVO, PERCHé, NOI NON SIAMO DEI MISTICI O DEI PROFETI. e quando Gesù rese il suo soffio vitale sulla Croce, così, in questo modo: fu effuso lo Spirito Santo su tutto il Genere umano! IO NON SONO IL PADRONE DELLO SPIRITO SANTO, perché, nessun uomo potrà avere un suo alibi: di fronte al giudizio di Dio! LO SPIRITO SANTO COME è STATO DATO A ME, COSì è STATO DATO A TUTTI: da Gesù sulla Croce, fu effuso lo Spirito SANTO, E SE CAMMINO IO SULLA VIA VIA DELLA VIRTù? POI, TUTTI DEVONO CAMMINARE SULL A VIA DELLA VIRTù ANCHE
[ King my SALMAN & Benjamin Netanyahu ] ovviamente, noi tre, noi siamo tre uomini di fede! e a motivo della nostra funzione politica: la nostra è una fede strategica e creativa: per le esigenze del Regno di Dio!
King my SALMAN & Benjamin Netanyahu ] Gesù non ha chiesto a nessuno di essere vendicato: Lui è l'agnello di Dio, ed è venuto per morire al posto nostro! LUI è salito volontariamente sulla Croce: e non ha posto un confine al suo amore: non ha posto dei vincoli e delle condizioni al suo amore.. allora, ditemi voi: perché, il Suo Spirito SANTO dovrebbe avere dei limiti e delle condizioni? ecco perché, io mi sono sempre opposto, a che, le persone debbano cambiare la loro religione! no! le persone devono cambiare il loro cuore di pietra, ed avere un loro cuore di carne, e questo può essere soltanto, il lavoro dello Spirito SANTO! Quindi il TEMPIO EBRAICO aprirà l'ERA NUOVA della SPIRITO SANTO!
King my SALMAN & Benjamin Netanyahu ] se, io dico che voi siete innocenti e non siete degli assassini, chi potrebbe contestare il mio giudizio? ECCO PERCHé LA MIA AUTORITà DEVE ESSERE UNA MONARCHIA ASSOLUTA! QUINDI I SALAFITI, daranno la colpa ai FARISEI, i Farisei daranno la colpa a SATANA, ed in questo modo, io non sarò costretto ad uccidere nessuno! perché, se le strutture del mondo non vengono riformate, poi, tutto il Genere umano certamente verrà massacrato, e noi perderemo così, non meno di 5 miliardi di morti ammazzati! ed il mondo che nascerebbe dopo la guerra mondiale? sarebbe ancora di più un mondo per satana!

King my SALMAN & Benjamin Netanyahu ] questo mondo creato da Farisei e Salafiti deve cambiare! Sharia, e SpA Banche CENTRALI Rothschild si devono immolare per la salvezza del Genere umano: tutti gli altri problemi nel mondo? sono soltanto un dettaglio organizzativo! MA NON MI FATE ASPETTARE ANCORA! [ WASHINGTON, 8 NOVembre La Fbi ha acconsentito a collaborare con le autorità russe nelle indagini per fare chiarezza sull'aereo precipitato nel Sinai, in Egitto. Lo riferisce il New York Times citando fonti americane. In particolare Mosca cerca aiuto per le analisi sui resti dell'Airbus A321-200, nel tentativo di determinare cosa lo abbia fatto precipitare. I resti sono disseminati in un'area di almeno otto miglia quadrate nel deserto e parti del velivolo sono state trasportate in Russia.

07/11/2015 India, giudici di Delhi: No al bando sulla carne di vacca [ è MEGLIO FAR VIVERE UNA VECCHIA MUCCA, PER FAR MORIRE UN UOMO DI FAME? ma è propio in questo modo, che, si esaltà la sacralità di questo animale: come una fonte di benedizione per la INDIA!

02/11/2015 ASIA, auguri, AUGURI per i tuoi 12 anni di AsiaNews: ] NON POSSIAMO CONTINUARE A SPERARE NELLA BONTà DELLE PERSONE, LA POLITICA DEVE DARE DELLE RISPOSTE PERCHé QUESTO MONDO MALEFICATO DAI FARISEI E DAI SALAFITI NON PUò PIù ANDARE! [ la persecuzione e la speranza. di Bernardo Cervellera. Nonostante nel mondo aumentino ignoranza, indifferenza e superficialità i tanti segni di amore e speranza resistono anche nelle situazioni più cupe: la madre irakena che dà alla luce il bambino nel campo profughi e sorride anche se non ha niente; la madre musulmana indonesiana che benedice suo figlio divenuto cristiano e prete; famiglie cristiane cinesi che accolgono bambini gettati via a causa della legge del figlio unico.
Roma (AsiaNews) - Col primo novembre 2015, il sito internet AsiaNews.it ha compiuto 12 anni. La rivista AsiaNews su carta era cominciata molto prima, nel 1986. L’agenzia on-line ha aggiornato e potenziato il messaggio già presente nella rivista: annunciare la verità e l’amore di Gesù Cristo ai popoli dell’Asia e allo stesso tempo costruire ponti fra l’oriente e l’occidente.
Pur essendo un’agenzia specializzata, continuiamo a rimanere stupiti dai circa 15mila visitatori unici che ogni giorno si collegano al nostro sito, per non parlare di tutti gli altri siti che condividono e rilanciano le nostre notizie. E questo non solo in Italia e in Europa, ma anche in America e soprattutto in Asia. Molti giornali, radio e tivu del Medio oriente, del subcontinente indiano e dell’oriente estremo diffondono le notizie e le esperienze che raccontiamo, partecipando in qualche modo alla nostra missione.
Rimane un punto di onore per noi il poter offrire quasi in tempo reale alle Chiese e alle società dell’Asia le parole di papa Francesco in inglese, cinese, spagnolo. Questa speditezza e precisione con cui diffondiamo le parole del papa e la testimonianza della Chiesa sono un modo particolare e importante di vivere l’invito di Francesco, della Chiesa “in uscita”. Questo “uscire” e dilatarsi del nostro lavoro trova sempre nuovi operai e collaboratori: vi sono missionari, vescovi e fedeli laici che si ispirano ai fatti di AsiaNews per comporre le loro omelie, o per pregare ogni mese per i cristiani perseguitati di cui la nostra agenzia dà notizia.
La persecuzione è quasi un segno dei tempi e non vi è situazione in Asia che non assista alle sofferenze, alle torture, al soffocamento dei cristiani. La nostra agenzia è sempre pronta a dare voce ai cristiani dell’Iraq, della Siria, dell’India, della Cina. Ma non dimentichiamo nemmeno altri gruppi etnici e religiosi che subiscono violenze: musulmani sunniti o sciiti, ahmadi, bahai, tibetani, uighuri, tribali, montagnards…
Denunciare le violenze contro cristiani e non cristiani non è sterile vociare, o uso ideologico, ma preghiera e domanda di impegno. Siamo ancora commossi per la gigantesca risposta venuta dai nostri lettori e amici all’appello per “Adotta un cristiano di Mosul”. In un anno sono stati raccolti circa 1,5 milioni di euro e questa somma, consegnata a vescovi e sacerdoti del Kurdistan, non viene da potenti organizzazioni, o ricchi finanziatori: essa viene dal dono anche piccolo di ogni persona che ha voluto patire almeno per un poco per alleviare le sofferenze di questi nostri fratelli e sorelle.
Le occasioni di fraternità sono state tante: i terremotati in Nepal, aiutando a ricostruire almeno qualche casa; gli studenti cinesi, ai quali si offre la possibilità di studiare all’estero; giovani sacerdoti indiani che devono affrontare situazioni di miseria estrema. E ora AsiaNews e il Pime (Pontificio Istituto Missioni Estere) si stanno attrezzando per rispondere alla richiesta di papa Francesco accogliendo quasi 100 migranti, siano essi profughi politici o no, vittime della guerra o della fame.
In un mondo segnato da così tante ferite non è possibile rimanere inerti. La nostra gioia è vedere che attraverso AsiaNews l’ignoranza, l’indifferenza, la superficialità sono vinti, creando nuovi legami di fraternità. Questo sguardo attento e partecipe ci fa vedere e comunicare anche i tanti segni di amore e speranza che resistono anche nelle situazioni più cupe: la madre irakena che dà alla luce il bambino nel campo profughi e sorride anche se non ha niente; la madre musulmana indonesiana che benedice suo figlio divenuto cristiano e prete; famiglie cristiane cinesi che accolgono bambini gettati via a causa della legge del figlio unico. AsiaNews vuole essere anche un segno di speranza nel facile pessimismo e nell’immobilismo che ci circondano. Cari Amici, continuate a sostenerci e partecipate a quest’opera e a questa missione, fino a farla diventare la vostra vocazione. AsiaNews è già stata un aiuto per alcuni giovani a indirizzarsi nella via del sacerdozio missionario. Saremmo felici che sempre più giovani offrano non solo qualcosa, ma tutto se stessi perché la liberazione di Cristo sia annunciata.
=========================
CHI è IN GRADO DI FERMARE LA AGGRESSIONE DELL'ISLAM CONTRO IL GENERE UMANO? ] [ 14/10/2015. INDONESIA. Aceh, islamisti attaccano le chiese: un morto e quattro feriti. di Mathias Hariyadi. La folla composta da fondamentalisti ha incendiato una chiesa, perché considerata irregolare e priva dei permessi di costruzione. Il tentativo di darne alle fiamme una seconda ha innescato gli scontri con la popolazione locale. Diverse famiglie cristiane in fuga nel timore di nuove violenze. Nei prossimi giorni è prevista la demolizione di altri 10 luoghi di culto cristiani. Jakarta (AsiaNews) - È di un morto, quattro feriti e una chiesa incendiata il bilancio degli scontri confessionali registrati ieri nel distretto di Singkil, provincia di Aceh, nell’ovest dell’Indonesia, la zona più “islamica” del Paese musulmano più popoloso al mondo e soprannominata “La porta della Mecca”. Testimoni locali riferiscono che centinaia di musulmani hanno attaccato un primo luogo di culto cristiano perché “illegale” (e privo dei permessi di costruzione), dandolo alle fiamme. In seguito, la folla si è diretta verso una seconda chiesa, dando vita a scontri violenti che hanno provocato la morte di una persona e il ferimento di diverse altre. Da qualche settimana si registra un incremento della tensione ad Aceh, nel contesto di una crescente pressione esercitata dalla frangia fondamentalista islamica locale. La scorsa settimana un gruppo di manifestanti ha organizzato una dimostrazione di piazza chiedendo la demolizione di quelle che definiscono “chiese prive delle licenze”. In risposta, il governo locale ha acconsentito all’abbattimento ma avrebbe posticipato "troppo" l’inizio delle operazioni provocando il risentimento dei movimenti estremisti. Sono almeno 10 i luoghi di culto cristiani considerati “irregolari” perché privi dell’Imb (Izin Mendirikan Bangunan, il permesso di costruzione); l’inizio delle demolizioni era programmato per il 19 ottobre e si sarebbe concluso nel giro di due settimane. Alle chiese risparmiate - 14 in tutto - vengono concessi sei mesi per regolarizzare la propria posizione. Husein Hamidi, capo della polizia di Aceh, riferisce che “dopo aver bruciato la chiesa, la folla - composta in maggioranza da membri del Muslim Youth Forum - ha cercato di attaccarne un’altra ma ha incontrato l’opposizione dei cristiani”. In seguito agli scontri fra estremisti e abitanti del villaggio di Dangguran (sotto-distretto di Gunung Meriah), aggiunge il funzionario, “un uomo è stato ucciso dopo aver ricevuto un proiettile in testa” e altri quattro sono rimasti feriti. Secondo alcune fonti la polizia avrebbe operato diversi arresti, ma non vi sono al momento conferme ufficiali; intanto la situazione nel distretto - una enclave cristiana in un contesto a larghissima maggioranza musulmano - è tornata alla calma, anche se la tensione potrebbe precipitare nei prossimi giorni quando è prevista la demolizione di altre 10 chiese “illegali”. Alcune famiglie cristiane sarebbero già fuggite, nel timore di una escalation delle violenze. L'Indonesia, nazione musulmana più popolosa al mondo, è spesso teatro di attacchi o gesti di intolleranza contro le minoranze, cristiani, musulmani ahmadi o di altre fedi. Nella provincia di Aceh - unica nell'Arcipelago - vige la legge islamica (shari'a), in seguito a un accordo di pace fra Jakarta e Movimento per la liberazione di Aceh (Gam), e in molte altre aree (come Bekasi e Bogor nel West Java) si fa sempre più radicale ed estrema la visione dell’islam. La scelta di inasprire leggi, regolamenti, norme e comportamenti non ha incontrato i favori di una larga fetta della popolazione locale, costretta a modificare in modo repentino abitudini e costumi radicati nel tempo. Fra le decisioni contestate dai cittadini di Aceh, vi sono tutta una serie di divieti rivolti in particolare alle donne: indossare jeans e gonne attillate, viaggiare cavalcioni a bordo di motocicli, ballare in pubblico perché "alimentano il desiderio”, festeggiare il San Valentino. L’ultimo caso riguarda la decisione di introdurre un “coprifuoco” per le donne, in via ufficiale per ridurre le molestie sessuali.
====================================
CHI è IN GRADO DI FERMARE LA AGGRESSIONE DELL'ISLAM CONTRO IL GENERE UMANO? ] [ 21/02/2014 INDONESIA. South Sumatra, centinaia di islamisti bloccano la costruzione di una chiesa protestante
13/06/2013 INDONESIA. Surabaya, estremisti assaltano una conferenza per la pace fra musulmani e cristiani
23/07/2012 INDONESIA. Aceh, i cristiani protestano per una chiesa bruciata. L’inerzia delle autorità
03/10/2011 INDONESIA, West Java: estremisti islamici e autorità chiudono una chiesa protestante
19/06/2012 INDONESIA. Aceh, centinaia di estremisti islamici attaccano una casa di preghiera cristiana
http://www.asianews.it/notizie-it/Aceh,-islamisti-attaccano-le-chiese:-un-morto-e-quattro-feriti-35577.html
=====================================
CHI è IN GRADO DI FERMARE LA AGGRESSIONE DELL'ISLAM CONTRO IL GENERE UMANO? ] 11/02/2015. ASIA. AsiaNews marks 12 years: Persecution and hope. Despite a worldwide increase of ignorance, indifference and superficiality, many signs of love and hope resist even in the most gloomy situations: the Iraqi mother who gives birth to her child in a refugee camp and smiles even though she has nothing; the Indonesian Muslim mother who blesses her son who became a Christian and a priest; the Chinese Christian families that welcome children thrown away because of the one-child law.
Rome (AsiaNews) - November 1, 2015, marks the 12th birthday of AsiaNews.it online news site. AsiaNews magazine had begun much earlier, in 1986. The online agency has updated and enhanced the magazine’s main  message: to proclaim the truth and love of Jesus Christ to the peoples of Asia and at the same time build bridges between the East and the West.
Despite being a focus news agency, we continue to be amazed by the approximately 15 thousand single visitors to our website each day, not to mention all the other sites that share and republish our news. And this not only in Italy and Europe, but also in America and especially in Asia. Many newspapers, radios and TV’s the Middle East, on the Indian subcontinent and the Far East spread the news and the experiences that we report, thus in some way participating in our mission. One of our greatest sources of pride is how we offer real-time reports of Pope’s Francis’ words to Churches and societies in English, Chinese and Spanish. This promptness and accuracy with which we spread the Pope's words and witness of the Church are especially important  if we are to respond to Francis’ invitation to be a “Church that goes forth”. This "going forth" and expanding our work always involves new collaborators and workers: there are missionaries, bishops and lay people who are inspired by AsiaNews to compose their sermons, or every month to pray for the persecuted Christians whose plight our news agency brings to the fore. Indeed, Persecution is almost a sign of the times and few situations in Asia are devoid of suffering, torture, the suffocation of Christians. Our agency is always ready to give voice to the Christians of Iraq, Syria, India, China. But we do not forget the plight of other ethnic and religious groups who are victims of violence: Sunni or Shia, Ahmadis, Baha'is, Tibetans, Uighurs, tribal Montagnards ... Our denunciation of violence against Christians and non-Christians is not sterile shouting, or for ideological gains, but a call for prayer and commitment. We are still moved by the huge response from our readers and friends to our call to "Adopt a Christian from Mosul."
In one year we have managed to collect about 1.5 million Euros, and this amount has been given to bishops and priests of Kurdistan,  does not come from powerful organizations or wealthy donors: it is the fruit of the small gift from each person willing to go without a little to alleviate the immense suffering of our brothers and sisters.
The opportunities of fraternity have been many: the earthquake victims in Nepal, helping to rebuild at least some homes; Chinese students, who are offered the opportunity to study abroad; young Indian priests who face situations of extreme poverty. And now AsiaNews and PIME (Pontifical Institute for Foreign Missions) are gearing up to respond to the request of Pope Francis welcoming nearly 100 migrants, whether or not political refugees, victims of war or famine.  In a world marked by so many wounds we cannot remain inert. Our joy is in seeing how, through AsiaNews, ignorance, indifference, superficiality lose out to new bonds of fraternity. This attentive and involved gaze help us to see and communicate the many signs of love and hope that resist even in the most gloomy of situations: the Iraqi mother who gives birth to her  child in a refugee camp and smiles even though she has nothing; the Indonesian Muslim mother who blesses her son who has become a Christian and a priest; the Chinese Christian families that welcome children thrown away because of the one-child law.  AsiaNews also wants to be a sign of hope in the easy pessimism and immobility that surrounds us. Dear friends, continue to support us and participate in this work and this mission, so that it becomes yours too. AsiaNews has already helped some young people on their journey towards the missionary priesthood. We would be happy that more and more young people offer not just something, but everything, even themselves, in announcing Christ’s liberating love.
=======================
06/11/2015 CINA [ presidente Xi Jinping ] TU HAI ENORMI DEBITI DI GRATITUDINE VERSO DI ME! NON TI PUOI METTERE ANCHE TU NELLA MERDA NAZISTA DELLA LEGA ARABA SHARIA [ NON MI SEMBRA CI SIANO CAPI DI IMPUTAZIONE VALIDI PER LA SUA DETENZIONE! LIBERALO, E TROVA UNA SITUAZIONE PIù IDONEA AL SUO CASO! NOMINALO SINDACALISTA: I FUNZIONARI NON DEVONO MAI DIVENTARE DISPOTICI E VIOLATORI IMPUNIBILI DELLA LEGGE: SE, IL POPOLO NON SI SENTE RAPPRESENTATO DAI BUROGRATI QUESTO DIVENTA UN PROBLEMA PER LA FELICITà DEI CITTADINI!! IO CREDO CHE UNA OPPOSIZIONE DEMOCRATICA E PACIFISTA: DEBBA TROVARE UNA LEGITTIMAZIONE GIURIDICA NELLE ISTITUZIONI: MAGARI CON LA FORMAZIONE DI UN PARLAMENTO DI TIPO CONSULTIVO, O CON ORGANISMI ED ELEMENTI DI RAPPRESENTANZA! TUTTI SI DEVONO SENTIRE RAPPRESENTATI: PERCHé CITTADINI PACIFICI E PRODUTTIVI NON DEVONO SENTIRSI DEI CRIMINALI:  A MOTIVO DELLA LORO VITA VIRTUOSA: COSì COME AVVIENE IN TUTTA LA LEGA ARABA! NON TI PUOI METTERE ANCHE TU NELLA MERDA NAZISTA DELLA LEGA ARABA SHARIA [ 11/06/2015 CHINA. Buddhist cleric gets life for criticising party corruption, Known for his activism in favour of democracy and human rights since 1989, Wu Zeheng has already spent 11 years in prison for writing an open letter criticising the government. For human rights activist, “He is the victim of both religious suppression and political persecution”. ] [ 11/06/2015 THAILAND - CHINA. Thai police arrest two Chinese activists, fears for extradition. Human rights groups have launched a petition for the release of two members of the Chinese democracy movement. They are activist Dong Guangping, already previously arrested, and the political cartoonist Jiang yefei. Recently, some members of Falung Gong were brought to Myanmar and handed over to Chinese police...  Condannato all’ergastolo un leader buddista, criticava la corruzione del Partito. Wu Zeheng, attivista democratico noto sin dal 1989 per le sue attività pacifiche a favore dei diritti umani, aveva già scontato 11 anni di carcere per aver scritto una lettera aperta di critica al governo. Attivisti per i diritti umani concordi: “Un oltraggio, il religioso vittima di persecuzione religiosa e politica”. 06/11/2015. THAILANDIA. CINA. La polizia thai arresta due attivisti cinesi, crescono i timori di rimpatrio. Gruppi pro-diritti umani lanciano una petizione per la liberazione di due esponenti del movimento democratico cinese. Sono l’attivista Dong Guangping, già arrestato in passato, e il vignettista politico Jiang Yefei. Di recente alcuni membri della Falung Gong sono stati condotti in Myanmar e prelevati da poliziotti cinesi.
=======================
CHI RIUSCIRà A FERMARE LA AGGRESSIONE DELL'ISLAM SHARIA CONTRO IL GENERE UMANO? QUESTA ISLAMICA è UNA INFESTAZIONE DEMONIACA PEGGIORE DI HITLER! 11/06/2015. MIDDLE EAST. Middle East Council of Churches appeals for pluralism and interreligious dialogue by Fady Noun. Meeting at Saint Mark’s Coptic Orthodox Centre in Cairo, MECC leaders addressed Arab and Muslim heads of state and political and religious leaders. Pluralism, they say, is "one of the most precious treasures of the East." They called for prayers for peace, an end to anti-Christian persecution, the election of Lebanon’s president and a solution to the Palestinian cause. Cairo (AsiaNews) – At a meeting held at the Saint Mark’s Coptic Orthodox Centre in Cairo, the Middle East Council of Churches (MECC) called on "Arab and Muslim heads of state and religious and political leaders in the world to work for the preservation of religious pluralism," saying that it is" the most precious treasure of the East." They also called for action against "the forces of darkness, destruction and extremism." Orthodox Patriarch of Jerusalem Catholicos Aram I, Syrian Catholic Patriarch Theophilos III, Lutheran Church in the Holy Land president Youssef III Younan, Munib Younan, and MECC working team were present at the meeting. In its final communiqué, the Council said  that its agenda included "various activities in the regions, commissions and programmes; the situation of refugees and populations forced to leave by the circumstances they face in the Middle East as well as the situation of Churches and dioceses in Syria and Iraq, particularly in the areas emptied of their Christian populations, a difficult situation that has overwhelmed them.” The MECC, the communiqué said, discussed in particular "the Christian presence in the East as well as outflows, abductions and persecution to which Christians are exposed”. It called on “Arab and Muslim heads of state and political and religious leaders in the world to work for the preservation of religious pluralism because it is the most precious treasure of the East and has characterised the Christian and Muslim civilisation." The statement goes on to say that the Council "expresses its thanks to all the Middle East states that have taken it upon themselves to welcome families evicted from their homes, provided them with what they need, in particular, schooling for their children."
CHI RIUSCIRà A FERMARE LA AGGRESSIONE DELL'ISLAM SHARIA CONTRO IL GENERE UMANO? QUESTA ISLAMICA è UNA INFESTAZIONE DEMONIACA PEGGIORE DI HITLER! 11/06/2015. MIDDLE EAST.  ] [ With respect to Lebanon, the MECC called for the election of the country’s president "because of the important role this country plays, especially since it is the only country allotted to Christians in Asia." The Council pleaded for the unification of the Easter date, and noted that Islamic-Christian interfaith dialogue is "the essential pillar of relations with our partners and compatriots." Participants also thanked Pope Francis for the attention he gives to the region’s Christians. At the end of the meeting, the Council members prayed for the end of the war in Syria and Iraq; for peace in the Holy Land, especially in Jerusalem; for a just settlement to the Palestinian cause; for the martyrs of the Armenian Genocide; and for the end of Turkey’s occupation of Cyprus.
=========================
ERDOGAN DEVE CESSARE la occupazione turca dell’isola di Cipro ] [ CHI RIUSCIRà A FERMARE LA AGGRESSIONE DELL'ISLAM SHARIA CONTRO IL GENERE UMANO? QUESTA ISLAMICA è UNA INFESTAZIONE DEMONIACA PEGGIORE DI HITLER! 11/06/2015. MIDDLE EAST.  ]  06/11/2015. MEDIO ORIENTE. Dal Consiglio delle Chiese mediorientali un appello al pluralismo e al dialogo interreligioso. di Fady Noun
Riunito a San Marco dei copti-ortodossi al Cairo, i vertici del Cemo si rivolgono a capi di Stato e vertici politici e religiosi arabi e musulmani. Il pluralismo, avvertono, è “uno dei tesori più preziosi d’Oriente”. Preghiere per la pace, la fine delle persecuzioni anti-cristiane, l’elezione del presidente libanese e una soluzione alla causa palestinese.
Il Cairo (AsiaNews) - Il Consiglio delle Chiese del Medio oriente (Cemo), riunito nel centro di San Marco dei copti-ortodossi al Cairo, ha lanciato un appello “ai capi di Stato e ai vertici politici e religiosi mondiali, arabi e musulmani, perché si adoperino a difesa del pluralismo religioso”. Secondo i capi cristiani della regione, esso è “uno dei tesori più preziosi dell’Oriente”. Essi hanno anche invitato “ad affrontare le forze delle tenebre, della distruzione e dell’estremismo” attive nell’area. L’incontro ha riunito il catholicos Aram I, il patriarca ortodosso di Gerusalemme Teofilo III, il patriarca dei siro-cattolici Youssef III Younan, il presidente della Chiesa luterana in Terra Santa Mounib Younan e il gruppo di lavoro che costituisce il nucleo centrale del Cemo.
Nel comunicato finale, il consiglio precisa che l’ordine del giorno comprendeva “le sue varie attività a livello di regioni, commissioni e programmi, la situazione dei rifugiati e delle popolazioni spinte all’esodo a causa delle vicende che hanno caratterizzato il Medio oriente, oltre che la realtà delle Chiese e delle diocesi in Siria, in Iraq”. L’attenzione si è concentrata in particolare “sulle regioni svuotate della loro presenza cristiana, in questi giorni difficili che affliggono i cristiani”. Il Cemo, precisa il comunicato, ha esaminato in particolare “la presenza cristiana in Oriente e gli esodi, i sequestri e le persecuzioni alle quali sono esposti i cristiani”. “E chiedono - prosegue il documento - ai capi di Stato e ai leader politici e religiosi del mondo, arabi e musulmani, di adoperarsi a difesa del pluralismo religioso, quale tesoro fra i più preziosi dell’Oriente e carattere distintivo della civiltà cristiana e musulmana”.
ERDOGAN DEVE CESSARE la occupazione turca dell’isola di Cipro ] [ CHI RIUSCIRà A FERMARE LA AGGRESSIONE DELL'ISLAM SHARIA CONTRO IL GENERE UMANO? QUESTA ISLAMICA è UNA INFESTAZIONE DEMONIACA PEGGIORE DI HITLER! 11/06/2015. MIDDLE EAST.  ] Il comunicato aggiunge che il consiglio “rivolge i propri ringraziamenti a tutti gli Stati del Medio oriente che si sono adoperati per accogliere le famiglie cacciate dalle proprie abitazioni, e hanno assicurato loro il necessario e, in particolare, la possibilità di frequentare la scuola ai loro figli”. Inoltre, il Cemo ha rinnovato l’appello per l’elezione di un nuovo presidente della Repubblica in Libano “vista l’importanza della carica nel Paese, soprattutto perché è l’unica carica riservata ai cristiani in tutta l’Asia”. Il Cemo plaude inoltre all’unificazione della data in cui si celebra la Pasqua, e sottolinea che il dialogo interreligioso islamo-cristiano è “il pilastro essenziale nei rapporti fra i nostri partner e compatrioti”. Le personalità riunite nell’assemblea hanno infine ringraziato papa Francesco per l’attenzione che riserva sempre ai cristiani della regione. A conclusione dei lavori, il Consiglio ha pregato per la fine della guerra in Siria e in Iraq, per la pace in Terra Santa, e in particolare a Gerusalemme, per una giusta soluzione alla causa palestinese, per i martiri del genocidio armeno e per la fine dell’occupazione turca dell’isola di Cipro.
==================
Padre Manelli è la Chiesa del Concilio di TRENTO che il Concilio Vaticano II ha scomunicato!
Ora il futuro non può scomunicare il suo passato! ECCO PERCHé LA CHIESA CATTOLICA è FINITA!
====================
NON è neanche per la GNOSI MIGLIORE, POTER RRIVARE A RICONOSCEE IL CRISTO, ecco PERCHé LA GNOSI E LA MASSONERIA SONO L'ANTIRISTO ] io sono la teocrazia biblica nella mia spiritulità, ma, in politica io sono pura razionalità metafisica!
Ricordando che Introvigne abita nella "Città delle Meraviglie", cioè Torino, sono veramente meravigliato dalla faccia tosta di chi non esclude possibili contatti con il mondo della magia e dell'occulto (anche) all'Istituto Mater Boni Consilii e poi scrive su di una rivista come Ars Regia. Tanto più che il dott. Massimo Introvigne non è collaboratore occasionale di "Ars Regia", ma fa parte, quale membro del CESNUR, del Comitato scientifico di consulenza della Rivista in questione. Con questo non voglio affermare che i membri del Comitato scientifico di Ars Regia siano affiliati alla Massoneria. Benché… pare proprio che almeno uno di essi lo sia, a meno che si tratti di un curioso caso di omonimia. Intendo parlare del professor Emilio Servadio, psicanalista, che si ritrova sia nel Comitato scientifico di Ars Regia, sia come collaboratore di Hiram, organo ufficiale del Grande Oriente d'Italia (Cf. Hiram 07/09/92, pag. 58).
Tanto meno voglio accusare Massimo Introvigne, cattolico tutto d'un pezzo, di essere Massone (anche se non disdegna di tenere conferenze al Rotary Club, come quella che diede a Salt Lake City, capitale dei Mormoni, il 19 maggio 1992, Cf. Cristianità n. 207-208, pag. 23) almeno fino a prova contraria.
Constato tuttavia che egli fa parte del comitato scientifico di una rivista chiaramente di ispirazione massonica ed anticattolica.
Si può attribuire tale fatto all'ignoranza (che, come dice Mons. Oddi, è "l'ottavo sacramento" che porta in Paradiso più anime, quasi, degli altri sette) e pertanto considerarlo scusato?
È difficile crederlo, tanto più in una persona che percorre l'Italia tenendo conferenze… sulla Massoneria, come fa fede un qualsiasi numero di Cristianità (Cf. ad esempio, lo stesso numero di Cristianità alla pag. 22).
Personalmente giudico molto grave, dal punto di vista della purezza della Fede cattolica, la collaborazione esistente tra Massimo Introvigne ed Ars Regia, collaborazione che coinvolge indirettamente anche il CESNUR ed Alleanza Cattolica. Faccio notare che nel suo articolo, il dott. Introvigne non avanza neppure una riserva sulla posizione della rivista alla quale collabora. Chi tace, acconsente? Dimmi con chi vai, e ti dirò chi sei.
Quanto a me, se mai ce ne fosse bisogno, sono uscito confortato dal prendere conoscenza dell'ennesimo attacco del "settologo" contro i miei amici dell'"Istituto Mater Boni Consilii": infatti se la setta per eccellenza, la Massoneria, afferma che l'Istituto è da catalogare più o meno tra le sette, c'è da stare tranquilli… da che pulpito viene la predica!
http://www.kelebekler.com/cesnur/txt/sod1.htm
http://www.kelebekler.com/cesnur/txt/trocchi.htm
=====================
 a proposito del dott. Massimo Introvigne.  ] [ Il tuo attacco Massimo Introvigne,  così violento è tanto più sorprendente in quanto il volume Il cappello del mago è uno dei pochissimi testi di eletti che cito nel mio racconto, unitamente a quelli di Mircea Eliade, Umberto Eco, Paola Zambelli, Epifanio di Salamina.
Parlando del misterioso corpo di gloria con un personaggio del libro, dico testualmente "Guarda che è il segreto di Pulcinella: sta in tutti i libri di alchimia e di occultismo, da quelli di Eliade al Cappello del mago di Introvigne" (Viaggio nella magia p.131).
Quanto poi a negare l’attendibilità di coloro che sono usciti dai vari culti, è un’idea tua personale, caro Massimo, che sta dando luogo ad un ampio dibattito, pari a quello sul "lavaggio del cervello" e della polemica con l’APA (American Psychological Association).
Comunque ti ringrazio caro Introvigne per avermi segnalato alcuni refusi. Purtroppo noi esseri umani siamo imprecisi, la nostra natura è imperfetta, come sanno non solo gli gnostici, ma tutti i buoni cristiani. Il perfezionamento interiore ed esteriore (per correggere i refusi e forse anche la volontà di potenza) fa parte della prassi cristiana e non solo di quella di Scientology.
In attesa di rinnovare amicizia e dialogo costruttivo, ti saluto cordialmente.
Cecilia Gatto Trocchi  http://www.kelebekler.com/cesnur/txt/troc.htm
=====================================
in questo mondo di FARISEI e loro fratelli SALAFITI? TUTTO QUESTO PUò E DEVE SUCCEDERE! TU ZITTO! BEIRUT, 9 NOV - Due militari americani sono stati uccisi con colpi di arma da fuoco oggi in Giordania da un cadetto giordano durante l'addestramento di quadri della polizia ad Amman. Lo riferiscono fonti della sicurezza locale citate dal quotidiano libanese The Daily Star di Beirut. L'omicida si è poi suicidato con un colpo di pistola.
================================
moriranno di cancro, tutti quelli che commerciano la cioccolata insanguinata di Poroshenko. [ 9 NOVembre ] QUESTO CRIMINALE INTERNAZIONALE CON SQUADRE NAZISTE DELLA CIA NATO, VA NEL DONBASS A SOFFOCARE NEL SANGUE UN POPOLO DEMOCRATICO SOVRANO E COSTITUZIONALMENTE ORGANIZZATO! CHE LA EUROPA DOVSSE PRENDERE UNA DERIVA NAZISTA PILOTATA DA ROTHSCHILD IL FARISEO USURAIO MASSONE, QUESTO RIVELA CHI è IL VERO MANDANTE DI OGNI SHOAH. Incontro a Kiev tra il presidente ucraino, Petro Poroshenko, e l'alto rappresentante per la politica estera e sicurezza Ue, Federica Mogherini. Lo scrive Interfax. Mogherini ha riferito di aver avuto con Poroshenko "uno scambio di opinioni sull'attuazione degli accordi di Minsk" e che "e' stato constatato il raggiungimento di certi risultati, in particolare nel sostenere il regime del cessate il fuoco e del ritiro degli armamenti". Il leader ucraino, ha apprezzato la "posizione ferma" della Mogherini [un pappagallo dei burocrati Bildenberg senza personalità]


ECCO DOVE MERKEL E MOGHERINI SI VANNO A DIVERTIRE! INFATTI LA DETERMINAZIONE REPUBBLICANA DEL DOMBASS è STATA VILIPESA! ] [ ONU: i militari ucraini continuano a violare il diritto umanitario. Le forze armate di Kiev continuano a violare i principi del diritto umanitario internazionale, si dice nel rapporto della missione di monitoraggio dell'Ufficio dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, a cui ha avuto accesso l'agenzia di stampa RIA Novosti. È già il sesto rapporto e copre la situazione in Ucraina dal 18 agosto al 16 settembre.
Particolare preoccupazione della missione di monitoraggio delle Nazioni Unite è provocata dalle segnalazioni di sparizioni continue, omicidi, estorsioni e detenzione arbitraria, operate dalle truppe ucraine.
  http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_08/ONU-i-militari-ucraini-continuano-a-violare-il-diritto-umanitario-3006/
http://cdn.ruvr.ru/2014/10/08/1493273286/2023-07-08T180956Z_1380051274_GM1EA7905X001_RTRMADP_3_UKRAINE-CRISIS.jpg
https://www.youtube.com/user/TheUniusrei2/discussion
 premier POPULISTA Matteo Renzi -- SAREBBE UTILE METTERE TUTTE LE TASSE AUTOMOBILISTICHE, ASSICURAZIONE RCA COMPRESE SUL PREZZO DEL CARBURANTE! COME DARE UNA SOLA TASSA SULLA CASA! MA, NON è RENDENDO SIMPATICA LA MORTE CHE TU AVRAI SUCCESSO! PERCHé, NOI DUE NON PARLIAMO DI SOVRANITà MONETARIA, E DI SIGNORAGGIO BANCARIO? ] [ SI è VERO! Presidente della Commissione Ue, José Manuel Barroso, HA RAGIONE! si è "congratulato" con Matteo Renzi, per il Jobs Act: "una riforma importante che può avere grande impatto sulla competitività dell'economia italiana", MA, QUANDO IL MASSONE BILDENBERG TRADITORE, DIRà, "NOI NON SIAMO PIù, GLI SCHIAVI DI ROTHSCHILD, NOI NON BOBBIAMO PIù PAGARE A LUI, IL SIGNORAGGIO BANCARIO, ED IL DEBITO PUBBLICO!" OK! ANCHE QUESTO è IMPORTANTE!
===========================
Decapitato Alan Henning, musulmani Gran Bretagna: "Sarà la fine dell'Isis" ] really? lol. no! QUESTA è LA FINE DELL'ISLAM! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/10/03/ostaggio-inglese-decapitato-nuovo-video-isis_4b425096-2134-4cca-b310-b6b187b16de8.html
    KERRY 322 PERCHé, TU MI GUARDI COME UN CACCAFUCCO? COME, TU HAI PROMESSO AD ERDOGAN E A SAUDI ARABIA MECCA: ALLAH AKBAR: MORTE A TUTTI: GLI INFEDELI MOGHERINI MERKEL, BARROSO! DI FARE IL GENOCIDIO DI TUTTI GLI SCIITI, ANCHE? ] [ MI DISPIACE PER TE SATANA, O UCCIDI TUTTA LA LEGA ARABA SHARIAH? O NON SE NE FA NIENTE! SE HAI LE PALLE? O TUTTO O NIENTE: PRENDERE O LASCIARE! ] Ci sarà anche il segretario di stato americano John Kerry nel prossimo incontro sul nucleare iraniano tra la rappresentante per la politica estera Ue e capo negoziatore del 5+1, Catherine Ashton, e il ministro degli esteri iraniano, Javad Zarif, fissato per il 15 ottobre a Vienna. Il giorno prima è previsto un bilaterale Ashton-Zarif.
====================
presidente francese, MOLTO PRO-TEMPORE: François Hollande: TU SEI COSì IN CADUTA LIBERA, CHE FINIRAI PER SFRACELLARTI SULL'ASFALTO! crescita è priorità per tutti? Meno austerity, insistere su piano investimenti Ue? MA, QUANDO LA SMETTERAI DI FARE L'ESATTORE DELLE TASSE PER ROTHSCHILD FMI, SPA? COSA STAI ASPETTANDO CHE TUA TESTA, DEBBA ROTOLARE GIù DALLA GHIGLIOTTINA? SAI QUESTE COSE POSSONO AVVENIRE CON UNA RAPIDITà IMPRESSIONANTE.. IL PROCESSO SI CHIAMA ACCELERAZIONE STORICA!
Christine Lagarde: QUANDO: LA FINISCI: DI FARE: LA STREGA CON LA SFERA DI CRISTIALLO IN MANO! RESTITUISCICI LA NOSTRA SOVRANITà MONETARIA, SMETTI TU, DI FARE LA COMMERCIANTE DEGLI SCHIAVI, PER LA CARNE DA CANNONE! ] [ Fmi, Italia non ha un futuro radioso! ... Fmi: banche italiane fatto passi avanti. Ma affrontano venti contrari. Lo afferma il Fondo Monetario Internazionale (Fmi) Christine Lagarde! ]  [ EIH RAGAZZI QUANDO LA SMETTETE DI FARE LA USUROCRAZIA ROTHSCHILD? SICURO! CON LA TERZA GUERRA MONDIALE? TUTTI PERDERANNO LA LORO VITA, ANCHE! ] [ COSA ABBIAMO SEMINATO? è ANCHE COSA MIETIAMO!
GALATI 6:7. Non vi ingannate; non ci si può beffare di Dio; perché quello che l'uomo avrà seminato, quello pure mieterà. 8. Perché chi semina per la sua carne, mieterà corruzione dalla carne; ma chi semina per lo Spirito mieterà dallo Spirito vita eterna. 9. Non ci scoraggiamo di fare il bene; perché, se non ci stanchiamo, mieteremo a suo tempo. 10. Così dunque, finché ne abbiamo l'opportunità, facciamo del bene a tutti; ma specialmente ai fratelli in fede.
MOLTI SI LAMENTANO DI CIO' CHE MIETONO, E NON SI CURANO DI GUARDARE ATTENTAMENTE A CIO' CHE SEMINANO.
Giacomo 3:18
Il frutto della giustizia si semina nella pace per coloro che si adoperano per la pace.
Galati 5:22
Ma il frutto dello Spirito è: carità, allegrezza, pace, lentezza all'ira, benignità, bontà, fedeltà, mansuetudine, continenza.
http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2014/10/08/pessimismo-fmi-su-italia-non-ha-un-futuro-radioso_6e71d8e8-da81-4c11-9c35-c0d92a8b7405.html
========================
QUANDO ROTHSCHILD E SUA REGINA GEZABELE II, GB SPA, TI HANNO RUBATO LA SOVRANITà MONETARIA? POI, SONO LORO I PADRONI TUOI, POSSONO PORTARTI VIA LE MUTANDE, E POSSONO VERDERTI PURE LA TUA PELLE, AD UNA INDUSTRIA DI SCARPE! I NOSTRI POLITICI MASSONI? ATTORI, COMPARSE, TUTTI ALLA OBAMA GENDER! ] VERAMENTE, IO NON MI SONO MAI LAMENTATO TROPPO, CHE, YOUTUBE 666 CIA DATAGATE, MI ABBIA TOLTO IL PRIMO EMENDAMENTO, PERCHé SE ILLUMINATI FARISEI, NON LEGGONO I MIEI ARTICOLI TUTTI I GORNI? POI, INCOMINCIANO A VOMITARE SANGUE! ! [ Twitter fa causa a governo Usa, "viola primo emendamento". "Ci impedisce di informare utenti su richieste informazioni Nsa". Twitte, sull'onda del Datagate, fa causa all'amministrazione Obama. Una mossa senza precedenti nell'era 'post Snowden', che spiazza anche tutti gli altri big del web e delle tlc, come Google, Apple, Microsoft o Facebook. Il microblog piu' famoso al mondo ha infatti depositato presso una corte federale della California una denuncia in cui mette sotto accusa il governo federale, reo di violare il primo emendamento della Costituzione americana, quello che tutela la liberta' di parola e di espressione.
Questo a causa delle restrizioni su cio' che Twitter puo' rivelare a proposito delle richieste avanzate dagli 007 della Nsa o dagli agenti dell'Fbi. Richieste di informazioni e di dati relativi ai propri utenti, in teoria nell'ambito di indagini che attengono alla sicurezza nazionale. Nel mirino del gruppo, fondato a San Francisco da Jack Dorsey e quotato in Borsa dall'attuale numero uno Dick Costolo, c'e' soprattutto il Dipartimento alla giustizia, che con le sue regole di fatto impedisce a Twitter - ma non solo a Twitter - di dare un'informazione piu' completa sui programmi di sorveglianza del governo.
Programmi che da anni coinvolgono a loro insaputa milioni di persone che cinguettano o navigano sui social media dai computer o dai propri smartphone e tablet. Quello di Twitter, dunque, rappresenta un passo avanti rispetto a quello compiuto da altri gruppi, che per adesso si sono limitati a firmare col governo federale un'intesa. Un accordo grazie al quale si allargano le maglie della segretezza, rendendo piu' facile informare gli utenti sulle richieste di informazioni che riguardano i loro account. Le societa' hi-tech, infatti, possono ora svelare il numero delle richieste di informazioni che ricevono dal governo. Ma per Twitter non basta.
"Crediamo di avere il diritto in base al primo emendamento di rispondere pienamente alle preoccupazioni dei nostri utenti, informandoli anche sullo scopo dei programmi di sorveglianza del governo", afferma il vicepresidente Ben Lee. "Dovremmo essere liberi di farlo - aggiunge - in maniera piena invece che in maniera incompleta e inesatta". Da quando e' esploso il Datagate e si e' scoperto quanto intrusiva sia l'azione del governo americano ai danni della privacy di privati cittadini forte e' stata la protesta dei colossi del web e delle tlc (vedi Verizon o AT&T), che hanno rischiato e rischiano ancora di essere visti dall'opinione pubblica come dei delatori di informazioni. Per questo in tanti sono corsi ai ripari. Nelle ultime settimane, per esempio, Apple ha lanciato il nuovo sistema operativo iOs 8 che di fatto rende impossibile alla stessa casa di Cupertino sbloccare i nuovi codici criptati degli iPhone 6. E anche Google ha annunciato una mossa simile a proposito della prossima generazione del sistema operativo Android.
====================
https://www.youtube.com/user/YouTube/discussion SI VEDE SUBITO, CHE, IN FACEBOOK NON SONO SATANISTI BRAVI, E DECISI, COME VOI! PRIMA DI FARMI PUBBLICARE UN ARTICOLO? INDUGIANO TROPPO! E NON SANNO SE MI DEVONO CHIEDERE, CONFERMA, PER LE RESPONSABILITà GIURIDICHE! BISOGNA AMMETTERLO I SATANISTI AMERICANI SONO PIù PRATICI E FUNZIONALI!
http://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/internet_social/2014/10/08/twitter-fa-causa-a-governo-usa-viola-primo-emendamento_8b8e4353-ee91-4221-833c-c007b08e4ee1.html
CHI CREDE DI AVERE GLI STRUMENTI, INFORMATICI, PER NASCONDERE IL SUO ANONIMATO, NELLA ERA DEL GRANDE FRATELLO, A.I. INTELLIGENZA ARTIFICIALE. GMOS BIOLOGIA SINTETICA, MICRO-CHIP? è UN COGLIONE! ] Facebook apre porte ad anonimato, si interagirà con nickname. Lo dice Nyt, inversione ad 'U' dopo polemiche su identità reali. ] IN EFFETTI, QUANDO TI SEI SCONTRATO CONTRO UNIUS REI? POI, POTRESTI AVERE BISOGNO DI CAMBIARE IDENTITà! SOLO CHE, LUI TI RICONOSCEREBBE UGUALMENTE, DAL MODO DI MASTICARE CONCETTI, E DAL TIPO DI LINGUAGGIO CHE USI! https://www.youtube.com/user/TheUniusrei2/discussion
I CRIMINI DI QUESTI COMUNISTI PARANOICI? SONO ABERRANTI! SOLTANTO IRAN E ARABIA SAUDITA, SEGUONO QUESTA BESTIA NEL PERSEGUITARE A MORTE I CRISTIANI! ] TOKYO, 8 OTT - La superficie dei "campi di lavoro" nordcoreani destinati ai prigionieri politici è doppia rispetto a quella di Seul, città da 10 milioni di abitanti, secondo quanto risulta ad un parlamentare sudcoreano. "In base al materiale proveniente da istituti di ricerca nazionali ed esteri e all'analisi delle immagini satellitari, l'area dei 5 campi di prigionia del Nord è risultata essere di 1.247,9 chilometri quadrati", ha detto Yoon Sang-hyun, parlamentare sudcoreano del Saenuri, il partito al potere.
===================
OGNI DESERTO, prima era una foresta, ma, oggi, è IL FRUTTO DI UNA POTENTE MALEDIZIONE! infatti, QUELLA TERRA HA BEVUTO, troppo, SANGUE INNOCENTE! ECCO PERCHé, IL MIO AMICO KING shariah SAUDI ARABIA abdullah Allah Akbar, morte a tutti gli infedeli che, non sono ottomani, è TRA GLI UOMINI PIù MALEDETTI DEL MONDO! ] [ A spasso nel deserto di Liwa. Con Street View, Trekker in groppa ad un dromedario
======================
Al via 'l'era' dei droni reporter ma, Roma è una No Fly Zone e quelli di oggi sono i primi due voli autorizzati sulla capitale". ] MA [ Roma è una No Fly Zone, forse perché, ci sono troppi massoni, e usurai SPA FMI BCE NWO 322, TUTTI legalizzati BILDENBERG, da proteggere? chi ha giurato sulla Costituzione, e sulla nostra sovranità monetaria, MA, poi è passato da rothschild JaBullOn e dalla sua Massoneria a spergiurare, PER IL CONTRARIO, TANTO DA, avere stipendi E PENSIONI, da oltre 50.000 euro al mese?
===============
SOLTANTO UN REGIME NAZISTA, LOBBY IDEOLOGIA GENDER, ANTICRISTO FARISEI BILDENBERG TALMUD, PER SOFFOCARE NEL SANGUE ISRAELE, AVREBBE POTUTO AUTORIZZARE UN SIMILE CRIMINE, CONTRO IL DIRITTO REPUBBLICANO ED ELETTIVO REFERENDARIO DEL DOMBASS! LA EUROPA è CADUTA NEL BARATRO DELLA STORIA, E DA QUESTA VERGOGNA NON POTRà PIù RIALZARSI! ] INFATTI Ucraina DEI FASCISTI, POGROM E FOSSE COMUNI, COMMERCIO DI ORGANI, E DI TUTTE LE MALVAGITà MERKEL MOGHERINI, farà di tutto per aderire all'UE ]

 [ Dall'annuncio del cessate il fuoco in Ucraina, tra il 6 settembre e il 6 ottobre almeno 331 persone sono state uccise. Lo afferma l'Onu a Ginevra in un nuovo rapporto sulla situazione dei diritti umani nel Paese. "Nonostante una fragile tregua nella parte orientale, il conflitto continua a uccidere e ferire civili e a privare più di 5 milioni di residenti delle zone direttamente colpite dalla violenza dei diritti umani fondamentali", spiega l'Alto Commissario Ra'ad Zeid Al Hussein in una nota. Il colonnello Andrii Lisenko, portavoce del Consiglio di sicurezza e difesa ucraino, ha reso noto che tre soldati ucraini sono stati uccisi e altri 12 sono rimasti feriti nelle ultime 24 ore nei combattimenti che oppongono le truppe di Kiev ai miliziani separatisti nelle regioni russofone del sud-est del paese. Lo speaker del Parlamento ucraino Aleksandr Turchinov ha dichiarato che le autorità del Paese sono disposte a fare qualsiasi cosa per preparare entro 3 anni il Paese all'adesione all'Unione Europea, riferisce il sito web del Parlamento.
L'accordo di associazione tra l'Ucraina e l'Unione Europea è stato firmato il 27 giugno. Il Presidente Petro Poroshenko a fine di settembre ha detto che il pacchetto di riforme "Strategia 2020" preparerà l'Ucraina alla presentazione della domanda di adesione all'Unione Europea entro 6 anni. Nel frattempo, gli esperti intervistati da RIA Novosti hanno detto che il piano Poroshenko è troppo ottimista a differenza della difficile situazione economica in Ucraina, inoltre l'UE nel prossimo futuro non vede l'Ucraina nella sua composizione.
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_10_08/L-Ucraina-fara-di-tutto-per-aderire-allUE-4350/
Marcello Sassetti · Top Commentator · Istituto Tecnico Industriale Leonardo da Vinci Firenze
Mentre a KIEV gli oligarchi pieni di soldi cercano di fare una legge contro la corruzione Voglio vedere come faranno a varare una legge che tenga conto della corruzione e dei loro sporchi guadagni- e affari .Questo a KIEV , mentre nel SUDEST si continua a morire nonostante la tregua , si continua a uccidere civili. Tutto avviene sempre con l' assenso e il silenzio de l' occidente intero. ,
Christian Valastro · Segui · Top Commentator · LUISS Guido Carlicondivido pienamente....
======================
LA COMUNITà INTERNAZIONALE E LA LEGA ARABA, IN PRIMIS NON POSSONO USCIRSENE IN QUESTO MODO! CERTO, LA LEGA ARABA AL COMPLETO, RISPONDERà A ME DI QUESTA LORO GALASSIAH JIHADISTA! 8 OTTOBRE - "Stiamo facendo tutto ciò possiamo" per fermare l'Isis, ma i raid aerei degli Usa e degli alleati da soli non riusciranno "a salvare" la città curda di Kobane, nel nord della Siria, assediata dai jihadisti. Lo ha affermato il portavoce del Pentagono, ammiraglio John Kirby, rispondendo ad una domanda di un giornalista.
#Genocidio #Curdi #Kobani #Daesh #Eretz_Israel #Turchia
GENOCIDIO CURDO E SPOPOLAMENTO DEL NORD-EST DELLA SIRIA, UN VECCHIO PROGETTO TURCO OTTOMANO SALAFITA, CHE I MERCENARI JIHADISTI DI DAESH-ISIL STANNO REALIZZANDO PER CONTO TERZI.
• ~ La bandiera pirata di Daesh-ISIL su Kobani, che significa "genocidio curdo grazie all'aiuto turco-americano"
• ~ I campi militari per la formazione e il coordinamento di gruppi di mercenari-terroristi al confine turco-siriano
• ~ La concessione di una ambasciata Daesh-ISIL in territorio turco
• ~ Lo spopolamento e il genocidio dei curdi nel nord-est della Siria
• ~ Il blocco degli sfollati curdi ai confini turchi ed il loro sterminio per fame e malattie
...sono solo alcuni dei segni evidenti di una collaborazione tra i regimi di Turchia, USA, Euro e tiranni del Golfo alleati, per facilitare ciò che è -(in ultima analisi, indipendentemente da ogni motivazione legata a geostrategie belliche e rapine di risorse energetiche)- un progressivo avanzamento sulla via della realizzazione dell' Eretz Israel.
Non Praevalebunt! Rapporto Completo, correlato di Video e Links Articoli, presso:
https://syrianfreepress.wordpress.com/?p=37806
NON C'è PIù NULLA, CHE DOVREBBE MERAVIGLIARE! NOI SIAMO NELLA ERA DI SATANA KERRY 322 BUSH NWO, BIOLOGIA SINTETICA, GMOS, ECC.. QUANDO DANTE ALIGHIERI DISSE NEL 1200 d.C.: "UOMINI SIATE  E NON PECORE MATTE, CHE, TRA DI VOI IL GIUDEO USURAIO NON RIDA!" E QUESTO, DEVE ESSERE DETTO, LA FANTASIA è STATA SUPERATA, ENORMEMENTE DALLA REALTà! POICHé, SONO FATTI, 200.000 SACRIFICI UMANI SULL'ALTARE, ogni anno, CHE, VENGONO SCIOLTI NELL'ACIDO SOLFORICO, e regina GEZABELE II, NON PUò DIRE: "IO NON NE SO NIENTE! " E POI, SE ABBIAMO UN ROTHSCHILD MARDUK DIO GUFO, AL BOHEMIAN GROVE, PERCHé, NON DOVREMMO AVERE ANCHE UNA REGINA GATTO, che è la protettrice di JaBullOn massone, nella Chiesa Anglicana? ] [  E' arrivato il giorno delle scuse alla regina per David Cameron. Secondo i media britannici il premier pronuncerà un "mea culpa" al consueto incontro con Elisabetta II a Buckingham Palace dopo aver dichiarato in un fuori onda che la sovrana aveva "fatto le fusa" nell'apprendere della vittoria unionista nel referendum scozzese. Il premier aveva compiuto uno strappo al protocollo: l'inquilino di Downing Street deve infatti osservare la massima riservatezza sulle conversazioni con la sovrana.
==================
open letter to:  Elisabetta II a Buckingham Palace -- si, io ho una mia teoria, circa, il fatto che, non mi uccidono ancora: " è con il cazz0, che, tutti gli ebrei  del mondo, possono avere una patria vera, senza di me!" http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/10/08/cameron-si-scusa-con-regina-per-gaffe_9c094641-dea4-4846-9526-f110e1b2dd21.html
open letter to: Elisabetta II a Buckingham Palace -- ma, come possono, 7 milioni di ebrei farisei apostasia talmud, condannare a morte 7 milioni di israeliani, soltanto, perché, loro non vogliono smettere di fare i parassiti usurocrazia satana a tutti, contro, tutti i popoli schiavi del mondo, proprio loro, che, sono stati gli schiavi in Egitto, quando il mio amico King Saudi Arabia mi ha detto: "se, mi chiedi tu, il mio deserto? io a te non lo posso negare!"
======================
open letter to: Elisabetta II a Buckingham Palace -- tu somigli alla mia mamma! la mia caratteristica è quella, che, io non SONO FAZIOSO! NON POSSO MENTIRE! NON faccio distinzione, tra le persone, tra le religioni, o tra le nazionalità, io sono LA LEGGE NATURALE, IO SONO LA FRATELLANZA UNIVERSALE, TUTTO QUESTO è IL DECALOGO DI MOSé, CHE, VIVE NEL MIO TEMPIO EBRAICO! Se c'era una altra possibilità, per il Genere umano di poter sopravvivere? Poi, Unius REI non sarebbe quà! Ma, ci sono uomini crudeli, pieni di demoni! i quali pensano che, la loro predazione parassitaggio, contro, i popoli, possa essere qualcosa, che, può durare ancora a lungo: SOLTANTO PERCHé, LEGGI INIQUE SI SONO IMPOSTE NEL SISTEMA MASSONICO, E QUINDI LORO PENSANO, CHE, IL POTERE ASSOLUTO SIA SUFFICIENTE A PROTEGGERLI! SONO CRIMINALI SPIETATI, CHE, SI ILLUDONO DI NON POTER MAI ESSERE TOCCATI DALLA GIUSTIZIA! SCELLERATI, LORO HANNO DECISO DI RINUNCIARE ALLA ETERNITà CON DIO JHWH!
open letter to: Elisabetta II a Buckingham Palace -- mi perdoni mia Signora! io vado a dormire! Buona Notte!
==========================
8 ottobre 2014, Gli USA danno il via all'addestramento dei ribelli siriani. A quanto pare, gli USA hanno dato il via alla prima fase del loro piano per lo svolgimento di un'operazione di terra contro i radicali dello "Stato islamico" in Siria e Iraq. Siccome in precedenza Obama ha promesso di non mandare in Iraq le truppe americane, all'operazione potranno partecipare soltanto i combattenti dell'opposizione siriana "moderata", nonché i gruppi e le tribù sunnite. Al Pentagono questo piano è già stato battezzato "Il risveglio sunnita" (Sunni Awakening), per analogia con la campagna irachena del 2005-2007, quando i sunniti e le milizie tribali sono stati ingaggiati contro Al-Qaeda. La stampa americana riferisce che John Allen, generale in congedo del corpo dei Marines al quale è stato affidato il coordinamento delle operazioni contro lo "Stato islamico", è già partito per il Medio Oriente. Nel contempo il Pentagono ha annunciato che i suoi istruttori addestreranno i gruppi "fidati" dei ribelli siriani alla lotta contro l'ISIS. Siccome l'addestramento senza armi non ha senso, l'opposizione siriana riceverà dei nuovi armamenti. È la prima volta che l'addestramento sarà effettuato dal Pentagono. Finora lo faceva la CIA. D'altra parte anche la CIA continuerà i suoi programmi di "addestramento" in Siria, solo che questa volta lo farà in parallelo con i militari. In Russia gli esperti dicono che in Siria Washington sta facendo lo stesso errore che ha già fatto in Iraq. Lo "Stato islamico" è la creatura di "Al-Qaida in Mesopotamia" che gli stessi USA nel passato hanno creato e finanziato, fa ricordare il vice direttore dell'Istituto di studi orientali dell'Accademia delle scienze della Russia, Vladimir Isaev. Non so come gli americani intendono distringuere i ribelli "fidati" da quelli "non fidati". Non dubito però che dopo l'addestramento molti dei "buoni" finiranno nelle file dei "cattivi". In tal modo gli USA, con le proprie mani, stanno addestrando persone che prenderanno il posto di coloro che oggi muoiono sotto le bombe americane. Alla fine di settembre il presidente Obama ha firmato la legge che eroga 500 milioni di dollari per i "moderati" dell'opposizione siriana. Il programma prevede che ogni anno potranno essere addestrati più di 5000 combattenti. La località in cui saranno creati i centri di addestramento non si rivela, ma se consideriamo che la CIA aveva i suoi campi in Giordania, non è difficile supporre che ci potrebbe andare anche il Pentagono per sfruttare il sistema logistico già esistente. Si parla però anche di Arabia Saudita, Qatar e Yemen. L'ISIS può essere sconfitto soltanto sulla base di coordinamento degli sforzi di tutta la comunità internazionale e non attraverso operazioni di dubbia efficienza comandate dagli USA, sottolinea l'esperto del Centro del Medio Oriente dell'Istituto di studi orientali, Irina Fedorova. È un'altra delle operazioni che gli USA iniziano con troppa facilità. Lo stesso abbiamo visto quando hanno creato Al-Qaeda. Anche lo "Stato islamico", creato per lottare contro Bashar Assad in Siria, è nato grazie agli USA. Il senatore John McCain aveva incontrato l'attuale leader dell'ISIS ancora nel 2013 in Siria. Hillary Clinton, quando era ancora Segretario di Stato, ha avuto contatti con alcuni dirigenti di questo gruppo in Turchia. La politica dei doppi standard non porta mai a nulla di buono, come anche la strategia del "caos controllato", il quale, ahimè, è diventato ormai incontrollabile. In un'intervista al quotidiano "USA Today", l'ex capo del Pentagono Leon Panetta ha detto che tutta la politica del presidente Obama in Iraq e Siria è un susseguirsi di errori. Per questo motivo, egli ha rilevato, la guerra contro lo "Stato islamico" durerà altri 30 anni. Secondo Panetta, che ha criticato tutte le decisioni di Obama degli ultimi tre anni, il ritiro delle truppe dall'Iraq nel 2011 ha creato un "vuoto della sicurezza", mentre il numero di estremisti nel paese è fortemente cresciuto. Non ha detto però che l'errore più grave è stata l'invasione dell'Iraq nel 2003, operata dagli USA col falso pretesto delle armi di sterminio irachene.
http://italian.ruvr.ru/2014_10_08/USA-danno-il-via-all-addestramento-dei-ribelli-siriani-2597/
==================
No contact with kidnapped Syrian priest, parishioners
Published: October 08, 2014 by Barbara G. Baker
'Islamic State' left village in 2013; al Nusra Front took over in 2014
Rev. Hanna Jallouf, a Fransciscan friar, and friends at St. Joseph Convent in Knayeh, a village in northern Syria, in a 2008 photo.Rev. Hanna Jallouf, a Fransciscan friar, and friends at St. Joseph Convent in Knayeh, a village in northern Syria, in a 2008 photo.
Courtesy of Custody of the Holy Land
Three days after a Syrian priest and some 20 of his parishioners were abducted from a village in northern Syria, a superior in his Franciscan order has confirmed that still no contact has been made with their jihadi kidnappers.
On Sunday night, Oct. 5, members of the Al-Nusra Front seized Fr. Hanna Jallouf, the parish priest of Qunaya (Knayeh) village, located in Idlib province just 8 kilometers from the Turkish border, an area where al-Nusra Front and other rebel groups have been fighting the Syrian army for three years.
Fr. Pierbattista Pizzaballa, speaking from the Franciscan Custody of the Land offices in Jerusalem, confirmed to World Watch Monitor that he has received no word whatever on the location or fate of the captured Christians. Those taken hostage reportedly include three women and several young people.
Three Franciscan nuns who run a youth center and dispensary in the village were inside the St. Joseph Convent at the time and escaped capture.
IS militants had taken control of Qunaya village and the surrounding region last year, forcing churches to remove their crosses, banning the ringing of church bells and requiring women to veil their faces. An estimated 700 Catholic families live in the small village and nearby area.
But when the Islamic State militants moved to the east at the end of 2013, Al-Nusra jihadists took over. Reportedly the group, which has seized control of both Christian and Muslim villages in the area, had recently seized Fr. Hanna's passport.
According to Fr. Pierbattista, the Qunaya Christians were being accused falsely of "collaborating" with the regime of Syrian President Bashar al-Assad. One source in Aleppo told AFP that the convent had been completely looted, and another report alleged the rebels had taken these church relics and documents to use as "evidence" against the Christians, to try them before a Shariah court. But Fr. Pierbattista could not confirm either of these claims.
A Syrian activist contacted after the kidnapping told AFP that Al-Nusra had been trying to take control of some of the Franciscan properties in Qunaya, which had been resisted by Fr. Hanna last week.
St. Joseph Convent, Knayeh village, northern Syria.St. Joseph Convent, Knayeh village, northern Syria.
Courtesy of Custody of the Holy Land
According to AFP's Aleppo source, Al-Nusra rebels were "angry with Father Hanna because he refused to give them some of the olives harvested from trees on the convent's land."
The 62-year-old has lived in Qunaya for the past 12 years, one of 19 Franciscan workers currently serving in the country. A religious order of Catholics who still use the Latin rite, the Franciscans have ministered in Syria for the past eight centuries.
In April, a Dutch Jesuit priest who refused to leave the embattled Syrian city of Homs, Frans van der Lugt, was killed by so-far unidentified assassins in his garden.
Two weeks ago, a defector from IS in Raqaa told the BBC that an Italian Jesuit priest, Father Paolo Dall'Oglio (who went missing in July 2013 after visiting ISIS' headquarters to try to hold talks) is still alive, but apparently a hostage.
Two Bishops from Aleppo, Yohanna Ibrahim and Boulos Yaziji, were kidnapped in April 2013: there has been no word about them for some time.
'How can I celebrate my birthday with a homeless, scattered family?'
Published: October 03, 2014 by Illia Djadi
Dr Rebecca Dali is the founder of Centre for Caring, Empowerment and Peace Initiatives.Dr Rebecca Dali is the founder of Centre for Caring, Empowerment and Peace Initiatives.
Courtesy of CCEPI
Nigerian Rebecca Dali's birthday is 1 October – the same date as her country's Independence Day. But this year there was little time for celebration because her home town of Michika is overrun by Boko Haram.

Rebecca is the wife of Rev. Samuel Dali, President of the Church of the Brethren, the church attended by most of the 276 girls abducted by the Islamist group in April 2014, known as Ekklesiyar Yan'uwa a Nigeria, or EYN.

"Last year l celebrated my birthday with family and friends. My husband whispered 'happy birthday my love'. He hugged me, gave me a gift, held my hand and prayed for me. My children hugged me and sang a birthday song.

"Lots of women, children and older people visited me. I met with friends and staff of the Centre for Caring, Empowerment and Peace Initiatives (CCEPI) to celebrate its launch - on my 50th birthday in 2010. I shared with them how l started this NGO in 1989, to help women and girls to become self-reliant. After a time of entertainment, we enjoyed a meal and prayed together.

"But this year, there is no time for celebration. Our joy's turned into sadness because we're homeless. My family are scattered in different places. My husband is in Abuja, some of our children are in Jos and others in Kaduna, while I am working to help displaced people in the North-East. We've registered more than 140,000 Internally Displaced People in Mubi, Hong, Gombi, Gere, Yola South, Yola North and Numan Local Government areas only".

Recent weeks have seen an intensification of Boko Haram attacks in north-eastern Nigeria. About 25 towns and villages are now under Islamist control in the three states of Borno, Adamawa and Yobe, where the government has declared a 'state of emergency'.

There was no mention of the fate of the Chibok girls, abducted almost six months ago in the government's official speech on the nation's 54th Independence Day.
Some 500 people staged a protest in Abuja to express their anger, accusing President Goodluck Jonathan of ''insensitivity'' and failing his oath of office.

"He swore to protect the lives and security of Nigerians on 29th May, 2011. He held the Bible and the Constitution. Section 14 of that Constitution is very clear, that the security and welfare of the people will be the primary objective of government", said Dino Melaye, one of the organisers of the demonstration.

"But the President has forgotten the welfare of the Chibok girls; he has forgotten the welfare of missing Nigerians. We are not happy; we are calling on him to demonstrate capacity."

Dr Rebecca Dali (Middle) with some mothers of Chibok girls. May 6, 2014Dr Rebecca Dali (Middle) with some mothers of Chibok girls. May 6, 2014

Courtesy of CCEPI

Rebecca muses on the day: "This year l did not have my green cloth around me. I used to wear green attire on my birthday. [Green is the main colour of Nigeria's flag]. I cannot go to Michika; it's been turned into a death zone for now. Maybe our house and our CCEPI office in Michika were looted or burnt down, with all the materials to be distributed to widows, whose husbands were killed by the insurgents. We bought sewing and knitting machines, foodstuffs, etc.

"The memories of the day militants attacked are still fresh in my mind. It was September 7, at around 9 to 10am. People were trapped: some in their churches, some in their homes, and more than 150 were killed. We didn't have the comfort of burying them. Up to now, the bodies of our loved ones are littered on the street. In Michika women and children are not spared. A friend who managed to flee the town this week told me insurgents forced another friend Kwaji to witness the killing of her husband and 18 year old son.

"As in Michika, so elsewhere in Gwoza and Madagali Local Governments: they continue to sow death and destruction.

"In Madagali town, people were killed and some abducted. We have lost Pastor Ezra. One church leader, who was attacked while performing a burial ceremony, told me how he almost died. They shot to death many people including the 13 year old daughter of the deceased.

"He hid, but saw Boko Haram men vandalizing his property. He walked more than 50 miles before reaching a safe place. Unfortunately he's had to leave his wife and children at the top of a nearby mountain.

"In the Gwoza area, they abducted 7 people and yesterday (Tuesday, Sept 30) in Ngoshe, they abducted 18 people and killed 4 others.

The stories of people suffering are everywhere; the same in Borno, Yobe and Adamawa States. Lots of people have been killed, and an unknown number of properties destroyed.

EYN, which is essentially based in North-Eastern Nigeria, is the most affected Church. More than 10,000 people have lost their lives, more than a hundred churches have been burnt down.

"But the government doesn't care. Even the money collected to help the victims has not reached the real victims. We need security more than anything. Nigeria should reclaim our motherland for us". 
============================
New dataset does the numbers on Boko Haram

Boko Haram's five-year insurgency is "clearly the most lethal conflict that Nigeria has confronted in decades," according to the Johns Hopkins University School of Advanced International Studies, or SAIS. The school has just released the Nigeria Social Violence Dataset, which tallies Nigeria's "incidents of deadly social violence" since 1998. The numbers indicate Boko Haram's militant Salafist campaign, which spans 5 of the dataset's 16 years, is responsible for nearly 40 percent of the killings during the total period.

The dataset does not break down the violence along sectarian lines.

In a Washington Post column, SAIS Ph.D. candidate Nathaniel Allen said the violence in northeast Nigeria has been overshadowed by events the Middle East. Even "Nigeria's elites seem to be detached," he writes, and most urban Nigerians consider Boko Haram to be a localized problem in a remote corner of the country.

"For the moment, Boko Haram is a network with local foundations and goals, but the rising scale of conflict belies the easy dismissals of some observers," Allen says.

SAIS dataset here.
Assyrians on patrol

When World Watch Monitor reported on the renewed fervor for the creation of a Christian-governed province in Iraq's Nineveh Plain, we noted how some Christian refugees from the violence of the self-proclaimed "Islamic State" had formed paramilitary units to help Kurdish Peshmerga forces. Now Mint Press News has posted an up-close look at two Assyrian Iraqis on patrol within deadly distance of IS militants. An accompanying video shows the unit, organized by the Assyrian Patriotic Party, patrolling a town that first was invaded, then abandoned, by IS forces.

"Our message to the Islamic State is to look up to the sky and ask God to forgive you and come back to the right way. If they don't do this, then we will fight against them," Mint Press News quotes one of the men, Waesh Toma, as saying.
Gender equality suffers under faith restrictions

The rights of women and girls declines rapidly, the greater a country's level of religious intolerance, a new study claims.

The study is by the Religious Freedom and Business Association, run by Brian Grim, former Pew Research Centre Religion expert. He analysed data from Pew's Government Restrictions on Religion Index and the UN's Gender Inequality Index.

Afghanistan, Egypt, Pakistan, Sudan, Iraq and India are the highest ranking countries for both gender inequality and religious restriction, according to the report.
https://www.worldwatchmonitor.org/
================
Indian Christian man forced to separate from Hindu wife by right-wing activists
Published: October 03, 2014 by Anto Akkara and Jeff Thomas
Incident is latest of 600 attacks in prime minister's first 100 days in office
Share on facebookShare on twitterShare on google_plusone_shareShare on redditMore Sharing Services17

Narendra Modi, then chief minister of Gujarat state, at a BJP rally in 2009.Narendra Modi, then chief minister of Gujarat state, at a BJP rally in 2009.

Flickr / Al Jazeera English / Creative Commons

An Indian couple who married Sept. 26 had their marriage annulled five days later by police under pressure from Hindu nationalists.

The couple, Joseph Pawar and Ayushi Wani, were arrested in Gujarat after complaints that Pawar, a Christian, had lured his Hindu bride into marriage.

The forced dissolution of the marriage quickly drew protets from India's Christian groups, who have attempted to put pressure on Narendra Modi, the new prime minister of India, for what they say is his persistent silence in the face of increased violence towards Christians and other religious minorities.

In a report issued in New Delhi on Sept. 27, a group of Indian religious leaders accused Modi of remaining mute during 600 incidents targeting religious minorities since his landslide election victory in May.

At the same time on the other side of the world, during Modi's five-day visit to the United States in late September, neither he nor his hosts said a word about evidence indicating growing sectarian hostility at the hands of nationalist Hindus, whose political party, the Bharatiya Janata Party or BJP, swept Modi into national power.

The Sept. 30 meeting between Modi and U.S. President Barack Obama -- the first summit involving the leader of one of the world's oldest democracies, and the leader of the largest -- did not produce any public mention of religious freedom of any sort.

Diplomatic silence on the subject perhaps was to be expected. The U.S. had denied Modi a visa in 2005 when he was chief minister of the Indian state of Gujarat, where, in 2002, Hindu riots killed more than 1,200 people, mostly Muslims but also Christians. As Modi has led the BJP to control of the national government this year, Hindu violence against minorities, including Christians, has spiked.

Now prime minister of a country that claims one-sixth of the world's population, Modi was not subjected to any official public reminder of the sectarian violence to which he was connected, or the rebuff America had dealt him nearly 10 years ago.  The words religion, religious, and Christian did not appear among the nearly 6,900 words that made up the leaders' joint statement, their public individual remarks, the US-India joint strategic vision statement, or Modi's  speech three days earlier to the United Nations General Assembly.

Others were not concerned with diplomacy. Outside New York's Madison Square Garden on Sept. 28, protesters made a point of connecting Modi to the Gujarat violence, and accused him of supporting the murder of Christians, Muslims and even Hindus in India. Inside the arena, more than 18,000 people, mostly Indian expats living in America, gave Modi a rock-star reception to a speech he made in Hindi.

On the day of Modi's arrival in the U.S., Sept. 26, a group called the Coalition Against Genocide released a letter, signed by 11 members of the U.S. House of Representatives, that urged Obama to "discuss religious inclusion and the protection of religious minorities in India." Referencing Modi's connection to the 2002 violence, the letter said Modi "can play a constructive role by criticizing extremists and opening a dialogue in the country about violence aimed at religious minorities."

None of the 11 House members released any public statement about the letter or their support of it. One of the 11, Keith Ellison of Minnesota, is content to let the letter speak for itself, his press spokesman said.

The letter recalls Modi's post-election address to India, in which he said "a government has only one religion – India first."

"This statement is promising," the joint letter said. "However, given the reported increase in violence against Christians and Muslims, the reality on the ground in India's communities indicates that this promise must be followed by action."

If the subject of religious freedom was raised during the private sessions between Obama and Modi, neither mentioned it in the subsequent public statements.

"During a private dinner we spent most of our time talking about the economy," Obama said. The closest the two came to publicly referencing religious freedom was a mention in the joint statement about the "shared values, people-to-people ties, and pluralistic traditions" of India and the United States. And, in the strategic partnership vision statement was the acknowledgement that "our strategic partnership rests on our shared mission to provide equal opportunity for our people through democracy and freedom."

"The first 100 days of the new regime have, however, seen the rising pitch of a crescendo of hate speech against Muslims and Christians. Their identity derided, their patriotism scoffed at, their citizenship questioned, their faith mocked."

--Press statement summuarizing report by Indian religious leaders

While the talk in Washington was of shared values and economic opportunity, back home, fears and anguish were growing over Modi's "silence" in the face of increasing verbal and physical attacks on Christians and Muslims alike.

More than 500 people took part in the four-hour protest Sept. 27 in New Delhi, at which a report titled "100 days under the New Regime – the state of Minorities" was released by bishops of different denominations along with Christian, Muslim and secular activists.

"The first 100 days of the new regime have, however, seen the rising pitch of a crescendo of hate speech against Muslims and Christians. Their identity derided, their patriotism scoffed at, their citizenship questioned, their faith mocked," said a press statement about the protest, providing a summary of the 92-page report compiled by Christian and other activists.

"The environment has degenerated into one of coercion, divisiveness, and suspicion. This has percolated to the small towns and villages of rural India, severing bonds forged in a dialogue of life over the centuries," the statement read. "The attacks have assumed alarming proportions."

It said more than 600 incidents targeting religious minorities occurred between May to September, especially in areas that have held, or soon will hold, legislative elections.
"Both democracy and secularism are in grave danger under the government led by Modi," said Sheba Farooqui, of the All India Democratic Women's Association. "The condition of minority communities is dilapidating day by day due to indifference meted out and apathy shown by the government."
A C Michael, one of the protest organizers, told World Watch Monitor that "the common refrain was the silence of Prime Minister Modi."
Almost all the speakers "expressed shock over the silence of the Prime Minister on the increasing violence against minorities," said Michael, a former member of the Minority Commission of Delhi.
"The sad part is that the Prime Minister does not speak either in public or in (his) party against those indulging in hatred," said John Dayal, an outspoken Christian activist and secretary general of the All India Christian Council.
The 92-page report was endorsed by 33 groups, representing different faiths and secular groups.
"If solution to this menace is not meted out now, then in the coming times minorities will even lose their power of speech and expression," said Muslim activist Zafur-ul-Islam. "We have contributed a lot in nation building and we are also citizens of this country, as other communities are."
Said Bishop John Simon of Believers Church: "The Christians have done much admirable work in almost every social sphere, including health and education. Our contribution needs no elaboration. We have to get united in order to fight for our rights."
The protesters rejected Modi's call, made during his Aug. 15 Independence Day message, for a "10-year moratorium on religion-based violence."
"India has no place for hate and needs not a ten-year moratorium, but an end to the communal and targeted violence against religious minorities," the report said.
The report makes several demands:
    Zero tolerance for communal and targeted violence
    A stop to profiling and attacks on religious freedom
    Swift action against those who create religious tension
    A directive to police to apply the law equally
    A mechanism to defend of minority rights
"The blatant support from central (federal) and local political leaders to antisocial groups has triggered violence in many places," the press statement concerning the report said.
Unfazed by the criticism, the BJP in a brazen step has decided to praise 63 party workers who were jailed after the July 4 street violence in Moradabad in northern Uttar Pradesh state, in which the district magistrate was seriously injured, the Indian Express reported on October 2.  The BJP supporters had clashed with police after a meeting called to protest the removal of a loudspeaker from a temple in the town was disallowed.
Of the 600 incidents listed in the report, Muslims were the most frequent target, while Christians accounted for about three dozen. But it was an incident involving Christians that prompted the protest.
Christian leaders had met in New Delhi in late August following widespread reports that 72 Christians had "voluntarily" abandoned their faith, and that the Seventh-Day Adventist church had been "purified" and converted into a Hindu temple in a village about 160 kilometres southeast of New Delhi.
An ecumenical team visiting the village discovered the supposed mass conversion was a sham, and that a dozen pastors had been detained and beaten by police at the urging of a local BJP leader.
"The Christian community, its pastors, congregations and churches, were targets of mob violence and impunity in dozens of cases in Uttar Pradesh, Madhya Pradesh and Chhattisgarh (states)," said the report, put together by several committees comprising of lawyers, activists and others.
(See World Watch Monitor coverageWorld Watch Monitor coverage of village councils Chhattisgarh state passing resolutions to ban Christian practices and the entry of pastors.)
The press statement summarizing the report claimed that anti-minority forces have set dates, including Christmas 2014, to "cleanse" various areas of Muslims and Christians, with the assistance of police. And it said there have been "attempts at religious profiling of Christian academic institutions, and their students" in New Delhi.
Looking beyond India to the U.S., the statement criticized the decision of Southern University, in Louisiana, for its offer of an honorary doctorate to Modi "for his work in inclusive growth and in recognition of his contribution towards social transformation, 'especially for empowering women and minorities in Gujarat.' "
"The facts on the ground," the statement said, "are very different."
On eve of the New Delhi protest, a church was torched at Pakritola Ghutas village in Mandla district of central Madhya Pradesh state. The police dismissed it as the act of "inebriated" hooligans who broke into the church and set on fire religious books, furniture, musical instruments and the altar.
Angered at the forced breakup of the Sept. 26 marriage of Joseph Pawar and Ayushi Wani, the Global Council of Indian Christians attempted to stage an Oct. 1 rally near the couple's hometown of Jorbat, in Madhya Pradesh state. On Sept. 30, government authorities issued an order forbidding the gathering, citing vows by nationalist groups to hold demonstrations of their own until Wani, who had taken refuge with a women's-support group, was returned to her family. Council President Sajan George called the edict "a travesty of justice."
The BJP is the majority party in Madhya Pradesh's state government.
Separately, the Religious Liberty Commission of India petitioned Madhya Pradesh Chief Minister Shivraj Singh Chouhan directly, with an Oct. 7 letter that cited the police arrest of Pawar the "most outrageous" of several incidents documented in the letter. Commission National Director Rev. Vijayesh Lal cited the Sept. 27 burning of a church, and a Sept. 12 arrest of seven Christian church workers on what he said were false accusations of attempting to gain converts with money, among other affronts.
"It seems strange that the district administration is succumbing to the pressure of lawless elements," Lal wrote to the chief minister, a member of the BJP. "It is also transgressing on the Constitutional Right of Freedom of Religion, and Freedom of Expression. This will undoubtedly make the lawless elements stronger while coercing those who are peaceable and abide by the law."
 Lal asked for the chief minister's "personal intervention to restore the confidence of the minority Christan community."
================================
Amidst political turmoil, continuing blasphemy charges for Pakistani Christians
Published: October 02, 2014
Naja Maish his wife and family with TVS TeamNaja Maish his wife and family with TVS Team
Courtesy of The Voice Society
Christians have continued to be accused of blasphemy against Islam, in three separate recent cases in Pakistan. In one, a group of 35 was briefly accused of insulting the Prophet Muhammed before the charge was quickly changed from one of blasphemy. From evidence, all the cases appear to be either lodged to seek personal revenge, or solely to target Christians because of their faith.
All three cases have emerged in the Punjab, the largest province of Pakistan, which is home to dozens of extremist Islamist organizations. This is where most of the blasphemy cases against Christians have been lodged since the early 1980s, when these controversial laws were introduced by President Zia ul-Haq.
The courts have granted bail to the suspects in all three, which is rare in blasphemy cases, giving rise to the belief that the charges are not well-founded.
In the first case, a Muslim man lodged a criminal case against a Christian for sharing the Old Testament version of the story of Lot, from the book of Genesis.
The incident took place on August 23 in Bahawalpur, about 450 kilometres from Lahore. Sixty-year-old Naja Masih, a resident of Bahawalpur and a retired sweeper, was sitting outside his home with his neighbor Shahid Mehmood, who runs a barber shop in Masih's street.
They were discussing similarities between the Bible and the Qur'an, after which Masih was charged and immediately handed to the police. In his First Information Report (FIR), submitted in the Civil Lines Police Station, neighbour Mehmood stated that Masih told him "God himself took human form (God forbid) and appeared to Lot, and told him to leave his village." Mehmood further alleged that Masih had injured his religious feelings, by saying that when Lot had fled Sodom along with his daughters, his daughters "intoxicated" him and slept with him to continue their father's lineage.

Naja Masih with his wife Nargis BibiNaja Masih with his wife Nargis Bibi
Courtesy of The Voice Society
Masih's wife, Nargis Bibi, told World Watch Monitor that Mehmood's wife came to her after the incident, and told her that the Christians of the colony should be thankful to them that their houses had not been set on fire for committing blasphemy. Nargis said the situation was tense in their area after the incident, so they fled. "For more than a week the police did not tell us Masih's whereabouts," she added. She said when they saw Masih in police custody a week later, he told them that he was still unable to make sense of why he was arrested; he'd only explained what was written in the Bible.
Civil Lines Sub-Inspector Muhammad Ishaq, the investigating officer, told World Watch Monitor that as soon as the discussion between Masih and Mehmood turned into a conflict the local police were informed. They immediately reached the spot and arrested Masih. "Because there was a fear of attack, Masih was kept in another police station for his security," Ishaq said.
When he was told that what Masih shared with Mehmood was exactly according to the Bible, Sub-Inspector Ishaq said that no one had explained this to him before. "If it's proved that Masih's statement is part of his faith, then he will be given relief in investigation," he assured, but said that now the case would be settled in the court.
The Voice Society, an organization working for Christians, represented Masih in court and secured his release on bail, ahead of his trial, on Saturday 27th September.
The questions raised by Masih's case are not new. Pakistan's Assembly of Islamic Clergy, or Jamiat Ulema-e-Islam, consists of three political blocs, each named after its representative politicians. In 2011, one, Jamiat Ulema-e-Islam-Sami-ul-Haq (JUI-S), demanded that the Supreme Court ban certain passages of the Bible because, it said, they have blasphemous content. JUI-S's leader Senator Maulana Sami-ul-Haq runs Darul Uloom Haqqania, commonly known as the University of Jihad. The alumni of the university include many senior Taliban leaders, including Mullah Omar.
Because Islam believes that prophets are innocent, sinless and perfect, the JUI-S claimed that "several stories have been inserted into (the Bible) charging various prophets with a variety of moral crimes, which undermine the sanctity of the holy figures…such insertions strongly offend the Muslims." Although the JUI-S later withdrew its claim, this is one of the accusations that Christians can still face every day in Pakistan.
A Hindu convert to Christianity accused of blasphemy
The family of Javed Masih with team from The Voice SocietyThe family of Javed Masih with team from The Voice Society
Courtesy of The Voice Society
Another blasphemy case was registered against a convert from Hinduism, also in Bahawalpur, on Aug 29. Javed Masih had converted to Christianity about three years ago and was working as a sweeper in the Government High School of Excellence. Masih was not present in the school when an alleged burning of the Qur'an took place there, but the police still arrested him along with his co-worker, Anand Lal, a Hindu sweeper.
According to the First Investigation Report (FIR), submitted in the Baghdad-ul-Jadeed Police Station by school Principal Muhammad Iqbal, when he (the Principal) reached the school at about 7:20 a.m., he was told by the school attendant Muhammad Qasim that a few Islamic charts and a copy of the Qur'an were burning in a classroom. The Principal alleged that Qasim's son (who studied in that classroom) told his father that when he entered, he saw the Qur'an burning and so informed his father. In the FIR Principal Iqbal further alleged that:
"When local religious and political leaders came to know about the incident they reached the school. Two of them are presented as witnesses: Jamiat Ulema-e-Islam [Assembly of Islamic Clergy] General Secretary Allama Shafiq-ur-Rehman and cleric Muhammad Ishaq Saqi who is a preacher of Majlis-e-Khatm-e-Naboowat [the Convention of the Finality of Prophethood]."
Masih's wife, Malika Bibi, told World Watch Monitor that they were living in the school compound and Masih used to go to the school to clean at around 5 a.m, then come back for breakfast at around 7 a.m. She said that at the time of the incident, Masih had come home, but was arrested when he went back to school at around 8:30 a.m. She said the police and Muslim clerics had gathered by the time he reached the school. "After his arrest we also fled from there in fear of our lives," she said. "Since then, I am living with my three little children at my brother's place," she added.
Malika wife of Javed MasihMalika wife of Javed Masih
Courtesy of The Voice Society
Investigation Officer Sub-Inspector Muhammad Iqbal told World Watch Monitor that Javed Masih and Anand Lal were implicated by the complainant, in a supplementary statement to the FIR. He said that, after investigation, the police suspected Lal of committing the crime because he bore malice against Masih, after the latter had been deployed in the block where he (Lal) had been working. Earlier, Lal had torn up a few attendance registers in the block where Masih was working, so that the school administration would remove him, the policeman said. "When (Lal) saw that nothing had happened, he burned Islamic charts and a copy of the Qur'an in Masih's block, believing that now Masih would be removed from his job for sure."

In spite of the police's confidence in Masih's innocence, he was charged, sent to prison and now faces trial, while Lal has been declared innocent. Talking to World Watch Monitor, the Coordinator of The Voice Society, Aneeqa Maria, said a bail application had been accepted and Masih was released on September 28.

She said in blasphemy cases judges are often reluctant to grant bail, due to public pressure, but in both cases above, judges have showed boldness and decided the cases on merit.

"The chances of Naja's and Javed's acquittal are very high, but still they cannot go back to their localities and continue their normal lives for fear of their life."

Seeking land for Christian graveyard implicates dozens in a blasphemy case

In the third case of blasphemy charges, the Christians of a village (chak 206) in Faisalabad had no place to bury their dead. There are about 400 households of Christians there, while about 500 are of Muslims. As most of the Christians are poor, they could not buy some land to bury their dead. Their old graveyard had been filled up with graves, so they requested a local politician –Chaudhry Muhammad Iqbal - to provide them some more space. Iqbal's son told the Christians that they could level an area outside the village for a Christian graveyard.

One of those accused of blasphemy, Rafique Masih, told World Watch Monitor that on August 2 there were about 30 to 40 Christians who went to a nearby deserted place, identified by Chaudhry Muhammad Iqbal for the graveyard. "Although Muhammad Iqbal was not there, his son Muhammad Wasif Iqbal took us along to point out the location for the graveyard," Masih said. He said all the Christians worked to level the area. "At about 4 p.m., a few Muslims came and told us that there were graves of Muslims where Christians wanted to make their own graveyard. We apologized and stopped work, after which they left and we also came back," he said.

Masih said the matter was settled, but that in the evening several police officers came and the matter was again taken up in front of a gathering. He said that, in the presence of the police, the matter was once again settled after the Christians apologized, and it was confirmed that there was no intention to hurt any feelings. "At about 3 a.m. when we were sleeping, the police were arresting Christians from their houses in a case they did not know anything about," he added. "Several of us are on pre-arrest bail while a few have been sent to prison after arrest."

In the FIR submitted in the Muridwala Police Station, the complainant Ashiq Hessian has identified 35 people, whom he alleges were armed with sticks, axes and firearm weapons. He states that:

"When we tried to stop them, telling them that these were the graves of our forefathers, the accused told us that Chaudhry Muhammad Iqbal had allotted this land for a Christian graveyard … We immediately informed Muslims, then all the respectable people gathered there, while in the meantime these 35, identified above by name - along with 20 unidentified persons, armed with firearms - demolished about 400 to 500 graves."

Muridwala Station House Officer Usman Lashari told World Watch Monitor that the land belonged to the provincial government, and had been allotted for a Muslim graveyard. He said about 40 to 50 Christians had gone to level the area, but it was clear that they had no intention of grabbing the land and injuring the feelings of local Muslims. "Investigation shows the Christians did not know that the land had been allocated for a Muslim graveyard, and has been used for this purpose in the past," he confirmed.

Lashari also said that the accused were initially charged under Section 295-C of the Pakistan Penal Code (PPC) which has a death penalty for insulting the Prophet. "That charge was immediately struck out, and now they are charged under Section 297 (PPC) which punishes for trespassing in a burial place; a punishment of one year."

He also said that eight people who'd been imprisoned after initial arrest are now released on bail, while 24 others, initially on pre-arrest bail, have now been found innocent. "I believe there is previous animosity also at play between Christians and Muslims; otherwise, this matter should have been settled by now."
Pakistan People's Party minority wing leader Napoleon Qayyum said that this spate of blasphemy accusations against Christians had come at a time when the country is passing through political upheaval. He noted that, as political parties have been protesting in the capital, tens of thousands of police have been pulled in from all other cities and deployed in Islamabad.
"As the law and order situation deteriorates, people in general find it easy to implicate Christians in such cases, to settle personal scores and to suppress them."
Qayyum went on to explain that Pakistani Christians, being very poor, are often accused of committing blasphemy by locals in order to settle a score, or as 'scapegoats' for perceived anti-Muslim Western policies, as well as for their religious beliefs. "In most cases, despite lack of any direct or indirect evidence, Christians are suspected of maligning Islam" he concluded.